f4a2cf9c f0c7 435c b711 46a3484a83bf

I fratelli vengono espulsi – con i genitori biologici che sono considerati inappropriati

Welcome to the RockedBuzz local newsroom! The subject of this news is I fratelli vengono espulsi – con i genitori biologici che sono considerati inappropriati
here are all the details. We offer you the most up-to-date developments about I fratelli vengono espulsi – con i genitori biologici che sono considerati inappropriati
. Everything you wonder about I fratelli vengono espulsi – con i genitori biologici che sono considerati inappropriati
, keep reading in this news and stay tuned! I fratelli vengono espulsi – con i genitori biologici che sono considerati inappropriati

Pazienza, 11: “Voglio restare qui”

Pubblicato: Meno di 3 ore fa

Aggiornato: Meno di 20 minuti fa

Patience, 11 anni, e i suoi fratelli sono stati portati via con la forza dai loro genitori l’anno scorso.

Ora verranno deportati in Nigeria – con gli stessi genitori che nel verdetto erano considerati carenti delle loro cure tanto da non potersi occupare dei bambini per un anno.

– Sembra che non sia un buon paese per le ragazze. Voglio stare qui a casa in Svezia, dice Patience, che ricorda a malapena qualcosa del suo paese d’origine.

schermo interoAd aprile, Patience e Sunday sono state costrette a dire addio a Mariette e Mathias, che sono state la loro casa di famiglia per quasi un anno. Foto: SUVAD MRKONJIC a schermo intero “Non abbiamo mai cercato di essere loro madre e loro padre perché hanno già dei genitori. Ma tu li accogli e la nostra famiglia è ancora diventata la loro famiglia”. Foto: SUVAD MRKONJIC

La pazienza ha 11 anni. È triste.

Nelle ultime settimane, lei ei suoi fratelli, Sunday di sei anni e Sani di 10 anni, hanno trascorso del tempo in una casa HVB nel sud della Svezia.

Qui stanno aspettando.

Esattamente ciò che nessuno sembra sapere in questo momento.

Mercoledì 20 aprile, Patience e Sunday sono state costrette a salutare Mariette e Mathias, che da quasi un anno sono la loro casa di famiglia.

Con un sonoro dialetto della contea in cui ha vissuto di recente, Patience dice che le mancano la scuola, i suoi amici e la famiglia con cui ha vissuto fino a poco tempo fa.

– Non mi è stato permesso di andare a scuola per diverse settimane. Mi hanno stampato alcuni compiti da fare ma voglio davvero andare a scuola, dice.

Per tornare a come Patience e i suoi due fratelli sono finiti nella casa di HVB dove si trovano ora, bisogna tornare all’inizio del 2021. Poi i fratelli sono stati accuditi con il sostegno di LVU, la legge sulla cura i giovani dopo la scuola materna domenicale avevano fatto una segnalazione di preoccupazione.

full screen Mariette dice che ci volle un po’ prima che i bambini arrivassero nella loro nuova casa, con una nuova scuola e una scuola materna, ma che presto trovarono esattamente la cosa giusta. Foto: SUVAD MRKONJIC schermo intero Sunday e Patience hanno potuto festeggiare compleanni e feste di famiglia con le famiglie di Mariette e Mattias. Piacevoli escursioni, artigianato e pony. Foto: privato

I genitori sono entrati in cura

Già nel 2018 ci sono stati allarmi alle autorità sulla situazione dei bambini.

All’epoca le indagini non portarono oltre.

Ma nel 2021, il tribunale amministrativo ha stabilito che i loro genitori si sono introdotti nella cura dei bambini e che quindi sarebbero stati collocati nelle case famiglia.

Tra le altre cose, sono emerse informazioni sul fatto che i bambini venivano lasciati soli di notte e che Patience doveva assumersi la responsabilità dei suoi fratelli in un modo che superava di gran lunga la sua giovane età.

Sani è finito in una casa di famiglia e Patience e Sunday in un’altra, con Mariette e Mathias nella loro grande casa con piscina in campagna, nel sud della Svezia.

– Quando abbiamo detto di sì, ci è stato detto che questo posizionamento era probabilmente a lungo termine. Dato che non siamo giovani, abbiamo pensato per un po’ di avere la forza, ma sentivamo che era qualcosa che volevamo, dice Mariette.

Solo due giorni prima dell’arrivo dei bambini è stato detto loro che una decisione di espulsione incombeva su di loro. Ma poi hanno sentito che era troppo tardi per dire di no.

– Ci eravamo già stabiliti su questo e abbiamo pensato da qualche parte che non si possono espellere i bambini presi con la forza.

Mariette dice che ci volle un po’ prima che i bambini arrivassero nella loro nuova casa, con una nuova scuola e una scuola materna, ma che presto trovarono esattamente la cosa giusta. La pazienza ama la scuola, dice Mariette.

– Si è fatta dei veri amici ed è molto premurosa, vuole che tutti siano coinvolti. Ha avuto modo di conoscere una compagna di classe che abita vicino a noi ed è stata lì e ha cucinato e dormito, ha vissuto una vita normale come si dovrebbe quando hai undici anni, dice Mariette.

la vigilia di Natale a schermo intero nella casa di famiglia. Foto: privato

Rischio di mutilazioni genitali

Sunday e Patience hanno potuto festeggiare compleanni e feste di famiglia con le famiglie di Mariette e Mattias. Piacevoli escursioni, artigianato e pony.

Sebbene Mariette affermi che lei e suo marito hanno cercato di proteggersi emotivamente se ai bambini non fosse stato permesso di stare con loro, hanno comunque iniziato ad amarli.

– Non abbiamo mai cercato di essere loro madre e loro padre perché hanno già dei genitori. Ma tu li accogli e la nostra famiglia è ancora diventata la loro famiglia, chiamano i nostri genitori nonni.

Ma poi, a marzo, la decisione è arrivata dal consiglio svedese per la migrazione. Non hanno ritenuto che vi fosse alcun ostacolo all’espulsione. I bambini e i loro genitori saranno deportati in Nigeria, paese che hanno lasciato nel 2015.

La pazienza non ricorda quasi nulla della sua terra natale e il fratellino Sunday è nato in Svezia.

Come motivo di asilo, i genitori avevano affermato che molto probabilmente Patience sarebbe stata mutilata al ritorno in Nigeria. I genitori ritengono che non potranno resistere alla fortissima volontà di mutilazione genitale dei parenti. Tuttavia, il Tribunale della migrazione scrive nella sua decisione che c’è qualcosa che i genitori dovrebbero essere in grado di prevenire:

Per quanto riguarda l’adattamento dei bambini alla Svezia, il fatto che un bambino accompagni i genitori quando devono lasciare la Svezia e tornare nel loro paese d’origine non può essere visto di per sé come qualcosa di negativo per il bambino. Inoltre, non esiste alcuna indagine medica che dimostri che i bambini coinvolti nel caso rischiano di essere danneggiati nel loro sviluppo psicosociale al ritorno in Nigeria”.

schermo intero “Voglio andare a scuola con i miei amici. E forse quando sono un grande lavoro con la cottura o la cucina. Lo adoro “, afferma Patience, 11 anni. Foto: privathelskärmOra i bambini si sono trasferiti da Mariette e Mathias e sono a casa HVB in attesa del passaggio successivo. Foto: privato

“Sono sotto LVU”

La decisione si applica a tutta la famiglia, nonostante i bambini siano presi con la forza.

Mariette non capisce perché:

– Come puoi espellere i bambini insieme ai tuoi genitori quando sono durante la LVU? Le autorità svedesi hanno ovviamente ritenuto che i genitori non siano in grado di prendersi cura dei bambini?

Come in molti casi simili, la data di espulsione è stata più volte posticipata. In questo momento i bambini sono stati spostati da Mariette e Mathias e sono a casa HVB in attesa del prossimo passo perché nessuno sembra davvero sapere cosa sia o quando verrà preso.

La decisione del tribunale per la migrazione dell’anno scorso non menziona il fatto che i bambini siano affidati con la forza, ma nelle annotazioni del diario del consiglio svedese per la migrazione sembra che la sentenza del tribunale amministrativo, sulla LVU dei bambini, sia stata ricevuta da loro già ad agosto l’anno scorso.

– L’Agenzia svedese per la migrazione non esamina affatto le valutazioni di altre autorità? Come può un corpo considerare che i genitori non possono prendersi cura dei bambini e un altro decidere che dovrebbero essere trasferiti in un altro paese insieme, si chiede Mariette.

La pazienza non vuole rispondere a nessuna domanda sui suoi genitori che non incontra da più di un anno.

Ma è chiaro che non vuole tornare in Nigeria.

– Sembra un paese pericoloso e che non è un buon paese per le ragazze. Voglio stare qui a casa in Svezia.

La pazienza è solo un bambino e durante il suo ultimo anno non gli è stato permesso di decidere nulla da solo. Le autorità hanno deciso dove e quando lei e i suoi fratelli verranno trasferiti.

Se potessi decidere da solo, cosa vorresti?

– Allora voglio vivere con Mariette e Mathias. Voglio andare a scuola con i miei amici. E forse quando sono un grande lavoro con la cottura o la cucina. Lo amo.

La giornalista ed educatrice dell’Agenzia svedese per la migrazione, Annica Dahlqvist, afferma che la famiglia ha un caso che è ancora in fase di elaborazione. Di recente, nel maggio di quest’anno, sono stati segnalati nuovi ostacoli all’imposizione dell’espulsione.

– Una LVU in corso sarà inclusa nella valutazione dell’eventuale presenza di ostacoli all’applicazione. La LVU può essere ottenuta per molte ragioni diverse, ma se serve per proteggere i bambini dai loro genitori, esaminiamo cosa può significare per i bambini se dovessero tornare nel loro paese d’origine, dice.

Se tale espulsione deve comunque aver luogo, l’Agenzia svedese per la migrazione deve garantire che vi sia un’accoglienza ordinata nel paese in questione. Ma qualcosa del genere non è stato ancora indagato riguardo a Patience e ai suoi fratelli.

– Questo è qualcosa a cui diamo un’occhiata più da vicino quando è chiaro che la deportazione sarà effettuata. Quindi entriamo nel processo di restituzione stesso, ma non ci siamo ora che è stata presentata una notifica di impedimento all’esecuzione.

schermo intero Manca agli amici di Patience. In una lettera letta da RockedBuzz, una delle sue amiche scrive allo Swedish Migration Board e implora che la sua amica possa restare. Foto: privato

“Paura per il bene dei bambini”

RockedBuzz ha avuto contatti con i genitori dei bambini. La madre dice che anche lei non vuole che la famiglia venga espulsa.

Nella casa di campagna di Mariette e Mathias, tutte le cose di Pazienza e della domenica sono state rimosse. Avevano intenzione di tenere alcuni dei giocattoli e dei vestiti dei bambini se fossero tornati, ma è stato detto che tutto sarebbe stato portato a casa dell’HVB.

Gli amici di Patience sentono la sua mancanza. In una lettera letta da RockedBuzz, una delle sue amiche scrive allo Swedish Migration Board e implora che la sua amica possa restare.

“Ora vuoi che il mio migliore amico se ne vada di qui. Voglio dire a me stesso che ho avuto difficoltà a smettere di piangere la notte che mi è stato detto. Spero che tu ascolti e faccia qualcosa. ”

Mariette e Mathias sono ancora la casa di famiglia dove potrebbero essere collocati i bambini se arriva un nuovo messaggio. Ma al momento, le giornate consistono principalmente in lunghe attese.

– Ho paura di cosa potrebbe succedere ai bambini. Sia se tornano in Nigeria, ma anche se si ricongiungono ai genitori, dice Mariette.

Nota a piè di pagina: Patience, Sunday e Sani sono in realtà chiamati qualcos’altro.

schermo interoImmagine privata della festa di compleanno di domenica. Foto: privato

Fatti

Collocamento dei bambini

Il comitato sociale del comune ha il compito di aiutare coloro che hanno bisogno di cure o che vivono in un’altra casa. Al momento dell’affidamento di un bambino, l’ente previdenziale deve prima valutare se il bambino può essere accolto da un parente o da un altro parente stretto. L’interesse superiore del bambino dovrebbe essere sempre preso in considerazione.

Moduli di localizzazione

Casa famiglia: una casa individuale che, per conto del comitato di assistenza sociale, accoglie i bambini per la cura permanente e l’educazione. Le case famiglia vengono utilizzate anche quando bambini e giovani con disabilità grave non possono soggiornare nella casa dei genitori, quindi secondo la legge sul sostegno e il servizio, LSS.

Casa di guardia: casa individuale che accoglie i bambini per l’assistenza temporanea e l’educazione, in attesa che il bambino torni dai tutori o in attesa di un’altra soluzione più duratura.

Casa di cura o alloggio (HVB): una casa all’interno dei servizi sociali che riceve persone per l’assistenza o il trattamento insieme a una casa.

Abitazione assistita: attività all’interno dei servizi sociali che accolgono i giovani di età compresa tra i 16 ei 20 anni nel proprio alloggio con un sostegno individualizzato.

Supervisione

L’Ispettorato per i servizi sanitari e assistenziali, Ivo, esercita la supervisione sull’assistenza sociale all’infanzia e alla gioventù. Ogni anno, Ivo ispeziona tutti gli HVB e gli alloggi supportati.

Vedono carenze nella gestione da parte dei comuni delle questioni riguardanti i bambini affidati all’assistenza comunitaria, nell’intera catena dall’indagine al follow-up dopo il collocamento.

Indagine governativa

Il governo ha nominato un’inchiesta per proporre miglioramenti per l’intera catena di cura, da un bambino che viene prima collocato fuori casa al sostegno dopo la cessazione delle cure. Ad esempio, la gestione da parte del comitato dei servizi sociali, la scelta del modulo di collocamento, l’assistenza durante il periodo di collocamento, il follow-up e gli sforzi compiuti.

Fonte: Legge sui servizi sociali, Bambini e giovani collocati – Manuale per i servizi sociali, governo.

Leggi di più